Chi siamo

L’ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LO STUDIO E LA CONSERVAZIONE DEL MOSAICO (AISCOM) si è costituita a Roma l’11 ottobre 1990, sotto la presidenza del compianto prof. Sandro Stucchi, già professore di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Oltre a lui, i Soci Fondatori al momento della costituzione erano Angelo Maria Ardovino, Ida Baldassarre, Margherita Bonanno, Irene Bragantini,  Lorenzo Lazzarini, Maria Luisa Morricone, Federico Guidobaldi, Alessandra Guiglia, Roberto Righi, Franca Taglietti.

Attualmente il gruppo dei Soci Fondatori , che nel corso degli anni ha subito variazioni ed ampliamenti (questi ultimi avvenuti per cooptazione, come previsto dall’art. 7 dello Statuto), è composto da Claudia Angelelli, Ida Baldassarre, Irene Bragantini, Michele Bueno, Gabriele Canuti, Fulvia Ciliberto, Carlo Ebanista, Mariarosaria Esposito, Lucia Faedo, Raffaella Farioli Campanati, Francesca Ghedini, Federico Guidobaldi, Alessandra Guiglia, Alessandro Lugari, Michele Macchiarola, Simonetta Minguzzi, Fulvia Olevano, Andrea Paribeni, Laura Pasquini, Federica Rinaldi, Filli Rossi, Carla Salvetti, Sara Santoro, Fabrizio Slavazzi, Franca Taglietti, Giordana Trovabene, Marina Volonté.

Soci onorari sono Simonetta Angiolillo, Angelo Maria Ardovino, Margherita Bonanno Aravantinos, Giovanna Bosi Maramotti, Rosa Maria Bonacasa Carra, Monica Grandi, Lanfranco Gualtieri, Lorenzo Lazzarini, Philippe Pergola, Igino Poggiali, Roberto Righi, Giovanni Ruggeri, Maria Rita Sanzi Di Mino, Fausto Zevi.

Il Consiglio Direttivo attuale (eletto nel marzo 2016 e in carica fino al marzo 2019) è composto da:

  • Francesca Ghedini (Presidente)
  • Claudia Angelelli (Vice Presidente)
  • Alessandro Lugari
  • Andrea Paribeni
  • Fabrizio Slavazzi

L’Associazione, che non ha alcun fine di lucro, si propone di sostenere in Italia i fini istituzionali del corrispondente organismo internazionale (AIEMA), collocandosi accanto ad altre analoghe associazioni nazionali già costituite in Francia, Inghilterra, Spagna, Tunisia, Nord America. Tali fini sono riflessi nell’art. 4 dello Statuto:

«L’Associazione si propone di propagandare o sostenere le iniziative atte a favorire lo studio e la conservazione del mosaico, sollecitando in tal senso anche l’interesse di giovani afferenti ai corsi universitari e post-universitari e curando direttamente o stimolando la diffusione degli studi sull’argomento con tutti i mezzi di informazione (omissis) e con l’organizzazione di congressi e colloqui».

La divulgazione dei fini istituzionali e lo sviluppo stesso dell’AISCOM si basano sull’apertura dell’Associazione al pubblico degli studiosi e di tutti coloro che, in modo diverso, svolgono attività di ricerca e conservazione nel settore del mosaico e dei pavimenti antichi, soprattutto in ambito nazionale. Le modalità di adesione sono riportate nell’art. 7 dello Statuto di cui diamo qui di seguito uno stralcio:

«Possono essere ammessi a far parte dell’Associazione tutti coloro, persone o Enti, che hanno obiettivo interesse alla valorizzazione dell’attività istituzionale. I soci possono essere fondatori, ordinari, onorari e semplicemente sostenitori. I soci fondatori sono coloro che hanno partecipato all’atto costitutivo ovvero i soci che vengono cooptati come tali all’unanimità dai soci fondatori. Divengono soci ordinari coloro che ne facciano domanda scritta contenente l’accettazione delle finalità dell’Associazione (…). Le domande anzidette dovranno essere accettate dal Consiglio Direttivo. Contro la delibera di non accettazione è ammesso il ricorso all’assemblea generale che decide a maggioranza. Divengono soci sostenitori coloro che ne facciano domanda scritta contenente l’accettazione delle finalità dell’Associazione. I soci onorari sono designati dal Consiglio Direttivo e confermati dall’assemblea tra persone che abbiano acquisito speciali benemerenze verso l’Associazione. Possono essere associati anche Enti ed Associazioni italiane e straniere».

L’Associazione, che nel 1994 raccoglieva circa 90 soci tra fondatori, onorari, ordinari e sostenitori, è cresciuta di anno in anno e conta attualmente circa 500 Soci.

Il più importante obiettivo annuale dell’AISCOM è il Colloquio, che rappresenta la principale occasione di convergenza dei Soci (coincide infatti con l’assemblea generale ordinaria) e la più specifica manifestazione dell’attività istituzionale di studio e divulgazione scientifica del mosaico, dell’opus sectile e di tutti gli altri generi di rivestimento parietale e pavimentale in uso nell’antichità o anche in epoche più recenti nell’area italiana.

L’Associazione è inoltre finora riuscita a tenere fede, dal 1994 ad oggi, ad un impegno di pubblicazione annuale degli Atti dei Colloqui, giunti nel 2016 alla ventiduesima edizione.